fbpx

Tag: cucina

A CamBIOvita 2018 Cucina e Alimentazione salutistica, Salute e Benessere, Turismo green e Sport, Ambiente e Bioedilizia e, grande novità, Expo Canapa Sud

Un vero “contenitore di benessere” sarà CamBIOvita, il Salone in programma a Le Ciminiere di Catania dal 27 al 29 aprile organizzata dalla èxpo di Barbara Mirabella in collaborazione con Compagnia delle Opere Sicilia Orientale e la Federazione Italiana Cuochi e l’Ass.ne Cuochi Etnei per ciò che concerne gli eventi sul palco Show Cooking.

cambiovita 2017 (2)Verrà valorizzata la vasta “biodiversità” del territorio siciliano, verranno presentati prodotti biologici, sani e genuini, coltivati e lavorati con cura, solo eccellenze rispettose dell’ambiente e della salute.

Si punterà sulla centralità della persona, nella sua ricerca di un benessere che è essenzialmente equilibrio proponendo un modo di vivere sano e naturale.

Si scoprirà e si valorizzerà il territorio viaggiando in modo eco-compatibile alla ricerca di uno stabile equilibrio tra cultura, sport, salute e ambiente.

Si parlerà di sostenibilità, ambiente ed emergenza climatica: il continuo aumento dei costi e la pericolosa dipendenza dall’importazione di energia.

Si approfondirà il settore della canapa industriale e medica, i suoi campi di utilizzo e le sue proiezioni future.

cambiovita 2017 (5)Queste le tematiche dietro CamBIOvita Expo: tre giorni di grandi eventi, corsi, rassegne, convegni, degustazioni e workshop che faciliteranno l’incontro tra i professionisti, gli esperti, gli addetti ai lavori e il pubblico alla ricerca di domande e verità.

Per cambiare in meglio la propria vita spesso basta rifuggire semplicemente dalle proprie cattive abitudini.  Il primo step è acquisirne consapevolezza.  Su questa direzione e con un profondo spirito propositivo si muove CamBIOvita Expo.

Non è mai né troppo presto né troppo tardi per cambiare vita. CamBIOvita, infatti, è la Fiera di tutti e di tutte le età, facilmente e gradevolmente visitabile, perché è possibile entrare gratuitamente sia il venerdì che il sabato scaricando l’invito omaggio sul sito www.cambiovitaexpo.com e perché sarà divisa in aree tematiche.

cambiovita 2017 (1)I PROTAGONISTI DI CAMBIOVITA EXPO: Cucina e Alimentazione salutistica (bio, marchi di tutela, prodotti di Filiera); Salute & Benessere (discipline olistiche, cure naturali, medicina alternativa); Turismo green e Sport; (agriturismo, bioturismo, percorsi natura); Casa green, Ambiente, Bioedilizia; Expo Canapa Sud, la grande novità

L’area food propone ai visitatori della fiera un’esposizione di prodotti in grado di incuriosire anche chi non conosce bene i nuovi ma diffusi stili di cucina e di vita in generale.

E ancora tutti gli approfondimenti sui rimedi naturali e le tecniche per curare in modo sano e alternativo i malesseri della vita quotidiana, da preparare anche in casa.

Un’ampia offerta di strutture, percorsi e servizi turistici bio, salutari e sostenibili, all’insegna della natura, del cibo biologico e del relax. Un vero “viaggio” vacanza tra hotel case agriturismi per acquisire anche nuove conoscenze e nuove esperienze. In rassegna anche il mondo dello sport puro alla ricerca del puro benessere.

Verranno riunite le imprese specializzate nella progettazione, ristrutturazione e nell’abitare sostenibile, gli studi di architettura ei professionisti nel campo dell’edilizia sostenibile.GLI EVENTI: In bici a CamBIOvita: sarà possibile arrivare in bici al salone ed entrare attraversando l’orto del Salone del sano vivere  o magari montare in sella e portare la bici sulla metro, che dista un paio di pedalate dal centro fieristico Le Ciminiere di Catania. Di grande attualità ed eccellenza la proposta convegnistica di CamBIOvita Expo che annovera numerosi partner, gli ordini professionali, le associazioni, istituzioni, professionalità, presiederanno gli incontri dai temi di grande attualità, curiosità e utilità per il grande pubblico. Sale business, meeting, activity show saranno anche dedicati ad operatori del settore così come  l’area show cooking (salutistica, vegan e natural) .CamBIOvita Expo, dopo un programma eventi così ricco e lungo una giornata, dalle 18.00 “cambia anima” con un percorso di aperitivi naturali, DJ set, live music.

cambiovita 2017 (4)EXPO CANAPA SUD – Expo Canapa Sud, la Fiera nella Fiera, l’unico evento che, all’interno del salone nazionale CamBIOvita Expo, porta al Sud i profumi, i sapori e le molteplici applicazioni, dal settore grow, alla Canapa Industriale e Medica. I campi di utilizzo di questa pianta sono già tantissimi, ma con l’avanzare della tecnologia e delle scoperte scientifiche potrebbero diventare infiniti. In questo contesto di crescita si inserisce Expo Canapa Sud, prima fiera dedicata alla canapa in Sicilia: regione forte di comunità locali vive e contaminate, che mostrano un grande interesse per la ricerca riguardante l’uso della canapa.

Catania, 28 febbraio 2018

 

 

Please follow and like us:

I 10 consigli di CamBIOvita su come scegliere e consumare l’olio d’oliva.

Simbolo della cucina mediterranea, questo pregiato alimento è sempre più spesso soggetto a frodi, con conseguenze negative che ricadono sui produttori e sui consumatori. Come riconoscere quelli di qualità?

1) Leggere le etichette

Le etichette alimentari devono rispettare 3 caratteristiche: essere chiare, leggibili e indelebili. Per quanto riguarda l’olio extravergine devono riportare nome del prodotto, denominazione di vendita, volume nominale e data di scadenza entro cui consumarlo. E’ inoltre obbligatorio riportare le indicazioni sul paese di provenienza che può essere uno stato Membro della Ue, uno stato extracomunitario o l’intera Unione Europea.

olio3

2) Scegliere olio d’oliva biologico

A minacciare la qualità dell’olio extravergine d’oliva è soprattutto l’utilizzo sconsiderato di pesticidi per eliminare i parassiti che si insediano negli uliveti e che potrebbero compromettere la qualità del raccolto. Ciò avviene nell’agricoltura convenzionale ma non in agricoltura biologica, che non utilizza sostanze tossiche per la coltivazione degli ulivi e si attiene a regole ben precise nella produzione dell’olio. L’olio bio non conterrà tracce di pesticidi e di sostanze potenzialmente dannose. Inoltre i grandi produttori di olio potrebbero ricorrere a correttori chimici per nascondere l’acidità dell’olio.

3) Diffidare dagli oli low cost

Attenti al falso olio d’oliva che potrebbe “nascondersi“ nelle bottiglie dal prezzo stracciato. Se siete in dubbio e se la qualità dell’olio che acquistate di solito al supermercato non vi soddisfa, provate a rivolgervi direttamente ai produttori: visitate le aziende olivicole e chiedete di poter assaggiare i prodotti.

4) Riconoscere gli oli deodorati

Nel 2011 è entrato in vigore un nuovo regolamento comunitario che favorisce la commercializzazione dei cosiddetti oli “deodorati”, ovvero quelli ottenuti da commistioni e sofisticazioni di vario tipo, a scapito della qualità e della genuinità dell’olio extra vergine di oliva vero. Come nel punto precedente per riconoscerli non dobbiamo soltanto evitare gli oli a prezzo stracciato, ma anche affinare le papille gustative.

olio-su-pane

5) Preferire l’olio extravergine

L’olio extravergine è la tipologia migliore di olio d’oliva. Ha il minor grado di acidità rispetto agli altri e la sua acidità non dovrebbe mai superare l’1%. Nell’olio d’oliva extravergine è assolutamente vietato mescolare oli o miscele di altra origine. La lavorazione dell’olio extravergine avviene in modo tale che le condizioni termiche non causino nell’olio alterazioni di alcun tipo.

6) Olio d’oliva DOP e IGP

Le certificazioni DOP e IGP assicurano la qualità di un buon olio. Per ottenerle la produzione deve seguire un disciplinare ben preciso. I prodotti a marchio DOP sono protetti dalle contraffazioni in tutta Europa. L’olivicoltore la cui azienda si trova in un territorio che ha ottenuto questo riconoscimento e che intende commercializzare la propria produzione di olio con il marchio DOP, deve attenersi ad uno specifico disciplinare di produzione e sottostare al controllo di un “Ente di Certificazione” indipendente e appositamente incaricato e riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Il disciplinare di produzione contiene tutte le norme di coltivazione dell’oliveto, di raccolta e confezionamento dell’olio di oliva che devono essere rigorosamente rispettate per l’ottenimento dell’olio a marchio DOP. Una sola fase del processo di produzione è necessaria per ottenere la denominazione IGP, mentre per la DOP il legame con il territorio riguarda tutto il processo produttivo. Come per le denominazioni DOP, anche i produttori IGP devono attenersi alle rigide regole contenute nel disciplinare il cui rispetto è garantito da un organismo indipendente di controllo.

7) Olio d’oliva spremuto a freddo

Orientatevi verso un olio spremuto a freddo, l’olio lavorato in questa maniera esprime al meglio le sue caratteristiche chimiche ed organolettiche. La spremitura a freddo riguarda anche altre tipologie di olio, con particolare riferimento ai prodotti biologici. Un olio può fregiarsi della dicitura “estratto a freddo“ quando la temperatura della pasta delle olive (olive frante) in gramola non supera i 27° C.

8) La conservazione dell’olio d’oliva

Non dimenticate le fondamentali regole di conservazione di questo prodotto. Se acquistate l’olio in latte da più litri, travasatelo in bottiglie di vetro scuro man mano che lo utilizzate. In ogni caso conservate sempre l’olio d’oliva e l’olio extravergine d’oliva lontano da fonti di luce e di calore per evitare il deterioramento.

9) Olio d’oliva a crudo

Preferitelo come condimento a crudo per i vostri piatti, dalle semplici insalate alla pasta. L’olio d’oliva utilizzato a crudo permette di assaporarne al meglio le sue pregiate qualità, anche semplicemente versando qualche goccia d’olio su una fetta di pane.

10) Olio d’oliva per friggere

Chi invece vuole orientarsi nella scelta di un olio per friggere, dovrebbe sapere che l’olio d’oliva di recente è stato indicato come il migliore. Sarebbe migliore di altri oli poiché sopporta meglio il calore della friggitrice o della padella rispetto a quanto avviene con numerosi oli di semi.

shutterstock_165369806

Please follow and like us:

IN CUCINA CON LO CHEF : LE BIO-PILLOLE DI SEBY SORBELLO

 

Naturale e Bio è ciò che in cucina viene trasformato con sapienza”. E’ un principio basilare per il presidente dell’ass. provinciale Cuochi etnei, Seby Sorbello, che, con la FIC, Federazione Italiana Cuochi e l’unione cuochi siciliani, sarà presente a CamBIOvita Expo con un fitto programma di show cooking. –E’ sempre meglio prediligere gli alimenti biologici in cucina ma è ancora più importante saperli “trasformare” quindi cucinarli nella giusta maniera rispettando tempi di cottura, temperature etc. altrimenti anche se il cibo è bio, sano non lo è più-. Questo è solo un piccolo ma importante anticipo di quelle che saranno i consigli food del nostro chef. #Staytuned 😉

CAMBIOVITA_CAMPAGNA_FB
CAMBIOVITA_CAMPAGNA_FB

10392410_1037430212949050_5399804843125313612_n

 

Sorbello

 

10612546_852291694783603_3968576686718395322_n

10616268_852281788117927_6583084168759919934_n

Please follow and like us: